Sheldon: Penny io ho un quoziente intellettivo di 187, non credi che se ci fosse stato un modo per consumare la zuppa a casa mia ci avrei già pensato?

Penny: Potevi ordinarla a domicilio.

Sheldon: … a questo non avevo pensato. Chiaramente il delirio febbrile sta cominciando, ti prego portami una zuppa finché ancora capisco a cosa serve un cucchiaio.

the big bang theory sheldon raffreddore

"I vecchi tempi non tornano più. Lo dice già il nome, sono vecchi. I nuovi tempi non possono mai essere come i vecchi. Quando tentano di farlo, risultano vecchi e logori, come le persone che li desiderano. Mai rimpiangere i vecchi tempi. Chi li rimpiange è vecchio e triste."
- Daniel Glattauer, Le ho mai raccontato del vento del nord.

daniel glattauer le ho mai raccontato del vento del nord libri citazioni

"E non c’è verso e non c’è soluzione, non c’è parola che mi suoni meglio del suo nome, una canzone, dura missione, rispetto alla sua voce le note suonano vuote, senza passione."
- Articolo 31, Gigugin.

articolo 31 gigugin canzoni

Durante un’intervista a L’Europeo del 1980

Amo soprattutto Stendhal perché solo in lui tensione morale individuale, tensione storica, slancio della vita sono una cosa sola, lineare tensione romanzesca.
Amo Puskin perché è limpidezza, ironia e serietà.
Amo Hemingway perché è matter of fact, understatement, volontà di felicità, tristezza.
Amo Stevenson perché pare che voli.
Amo Cechov perché non va più in là di dove va.
Amo Conrad perché naviga l’abisso e non ci affonda.
Amo Tolstoj perché alle volte mi pare d’essere lì lì per capire come fa e invece niente.
Amo Manzoni perché fino a poco fa l’odiavo.
Amo Chesterton perché voleva essere il Voltaire cattolico e io volevo essere il Chesterton comunista.
Amo Flaubert perché dopo di lui non si può più pensare di fare come lui.
Amo Poe dello Scarabeo d’oro.
Amo Twain di Huckleberry Finn.
Amo Kipling dei Libri della Giungla.
Amo Nievo perché l’ho riletto tante volte divertendomi come la prima.
Amo Jane Austen perché non la leggo mai ma sono contento che ci sia.
Amo Gogol perché deforma con nettezza, cattiveria e misura.
Amo Dostoevskij perché deforma con coerenza, furore e senza misura.
Amo Balzac perché è visionario.
Amo Kafka perché è realista.
Amo Maupassant perché è superficiale.
Amo la Mansfield perché è intelligente.
Amo Fitzgerald perché è insoddisfatto.
Amo Radiguet perché la giovinezza non torna più.
Amo Svevo perché bisognerà pur invecchiare.
Amo…

italo calvino intervista 1980 citazioni amo

Ho smesso di contare le volte in cui, arrivata alla seconda riga, 
ho cancellato e riscritto tutto nuovamente. 
Cercavo un inizio ad effetto, 
qualcosa di poetico e vero allo stesso tempo, 
qualcosa di grandioso, ma agli occhi. 
Non ci sono riuscita. Poi ho capito, 
ricordando ciò che non avevo mai saputo: 
che per i grandi cuori che muoiono nel corpo 
ma che continuano a battere nel respiro della notte, 
non ci sono canoni o bellezze regolari, armonie esteriori, 
ma tuoni e temporali devastanti 
che portano ad illuminare un fiore, nascosto, 
di struggente bellezza.

frida khalo vissi d'arte poesia